I Social Media, al giorno d’oggi, hanno una rilevanza fondamentale nella vita di ciascun individuo, dando l’opportunità di restare connessi con il mondo esterno e, al tempo stesso, di rimanere aggiornati in tempo reale sulle novità e sugli avvenimenti. Tuttavia, nonostante si faccia un utilizzo quotidiano dei Social Media, non sempre se ne conoscono nè il funzionamento nè – tanto meno – le relative potenzialità e percentuali di diffusione.

Le rete e gli utenti connessi

Come evidenziato da uno studio – Global Digital Report pubblicato nel 2018 da We Are Social in collaborazione con Hootsuite – gli utenti totali connessi ad Internet hanno superato quota 4 miliardi: ciò significa che più della metà della popolazione mondiale è connessa al Web. I dati sono sorprendenti se si pensa che nel 2010 gli utenti erano solo 1.8 miliardi e che, in soli 10 anni, la crescita è stata esponenziale. Solo nel corso del 2017 sono state più di 250 milioni le persone che si sono connesse per la prima volta e tutto questo grazie al progresso nel mondo del mobile che ha messo sul mercato dispositivi e tariffe più accessibili a tutti.

In aggiunta, da questo report, risulta che gli utenti attivi sui social sono 3,196 miliardi di cui in Italia più di 43 milioni; questo significa che il 51% della popolazione del nostro Paese possiede almeno un profilo social attivo su uno dei proprio devices. Per quanto riguarda la distribuzione anagrafica degli utenti, uno studio del 2017, pubblicato dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza condotto su un campione di 11.500 adolescenti tra gli 11 e i 19 anni, ha rivelato che il 15% dei soggetti studiati trascorre più di 10 ore al giorno sullo smartphone e il 18% dalle 7 alle 10 ore; la gran parte di queste ore è  trascorsa sui social.

Social Media più usati e target

Nel 2018 i social media attivi sono numerosissimi, ma i più amati sono sicuramente:

Facebook

Facebook è il social network più utilizzato in 119 Paesi su 149; tra essi, l’India è il Paese con più utenti connessi a Facebook. Stando ai dati aggiornati nel giugno del 2017, la creatura di Mark Zuckerberg vanta circa 2 miliardi di utenti attivi al mese. Ogni giorno su questo social vengono caricate circa 350 milioni di foto e ogni 20 minuti vengono condivisi 1 milione di link. Per quanto riguarda il suo target possiamo affermare che il 53% degli utenti ha più di 35 anni, anche se sono in crescita del 10% le fasce 19-24 e 30-35 e del 14% quella dei 36-45enni; al contrario, è in diminuzione la percentuale dei giovani al di sotto dei 18 anni. Da questi dati emerge in maniera evidente come si stia verificando un aumento dell’età media degli utenti connessi a Facebook.

Youtube

Youtube, in classifica, si colloca alle spalle di Facebook vantando oltre 1,5 milioni di utenti attivi al mese. Le ricerche rivelano che le ore di video giornaliere fruite in media dagli utenti sono centinaia di milioni e la fascia di età più connessa è quella tra i 18 e i 34 anni. Inoltre, questo social, raggiunge il 95% della popolazione in quanto è fruibile in 76 lingue diverse e possiede oltre un miliardo di utenti, quasi un terzo della popolazione connessa ad internet.

Instagram

Se nel 2013 – solo tre anni dopo la sua nascita e uno dopo l’acquisto da parte di Facebook – gli utenti attivi erano 90 milioni, già nel 2017 sono diventati 600 milioni. I dati del nostro Paese rivelano che gli utenti attivi sono circa 14 milioni ogni mese di cui il 51% sono donne. L’età media dei fruitori è bassa: infatti, l’utente in target ha un’età compresa tra i 19 e i 24 anni. Secondo le statistiche, gli hashtag più usati su Instagram sono: #goodmorning, #work e #goodnight.

LinkedIn

LinkedIn, utilizzato principalmente per la divulgazione di contenuti legati al mondo del lavoro, ha recentemente dimostrato di avere le carte in regola per trasformarsi in un vero e proprio Social Network. Non a caso, forse, uno degli ultimi aggiornamenti del suo algoritmo ha messo a disposizione degli utenti la possibilità di pubblicare i video direttamente dal proprio sito. Il portale vanta circa 3 milioni di annunci di lavoro e 500 milioni di utenti attivi. Il 40% dei membri visita quotidianamente LinkedIn, mentre 39% degli utenti di questo social pagano per usare un account premium.

Snapchat

Snapchat è sicuramente il social network più utilizzato dai millennials, ovvero quella fascia di popolazione tra i 15 e i 35 anni. Su questa piattaforma è possibile inviare video e foto che si autodistruggono pochi secondi dopo esser stati visualizzati. Gli utenti giornalieri attivi su Snapchat sono 188 milioni; ogni secondo vengono inviate 8.796 foto, mentre i video visualizzati quotidianamente sono, in media, 10 miliardi.

Vantaggi dei profili social aziendali

La funzione principale del social network è comunicare. Tuttavia, prima di decidere cosa comunicare è necessario stabilire gli obiettivi che si vogliono raggiungere attraverso la pubblicazione di post sulle diverse piattaforme. I contenuti saranno fondamentali per far conoscere il tuo brand agli utenti: dovranno quindi essere accattivanti per attirare l’attenzione del lettore, di qualità e che non siano il frutto di un copia-incolla da un altro sito…insomma, be unique, be you!

La principale caratteristica dei social è il fatto che possono raggiungere un ampio numero di utenti collocati in ogni parte del globo, riuscendo, in questo modo, a conquistare differenti target di età. Inoltre, i social network sono gratuiti: sui social network è possibile aprire gratuitamente un profilo aziendale in modo da potersi far conoscere anche in rete. Aprirne uno è semplice, la complessità, però, riguarda la sua gestione: è necessario curare ogni particolare nei minimi dettagli, pubblicando periodicamente contenuti di qualità; solo in questo modo sarà possibile sfruttare al massimo il grande potenziale di questi mezzi per aumentare il proprio business online.

Cosa hanno in comune tutti i social network? Il livello di pervasione capillare nella vita di ciascun individuo: gli utenti si affidano ai social non solo per restare in contatto, ma anche e soprattutto per informarsi, interagire e addirittura vendere e comprare servizi e prodotti.  

Per questa ragione è fondamentale integrarli in una strategia di digital marketing attraverso la quale è possibile aumentare non solo la brand awareness di una determinata realtà, ma anche – a secondo del target di riferimento – accrescere il traffico verso il sito internet di riferimento. Uno studio approfondito dei social media può sicuramente favorire un uso più consapevole di questi mezzi potentissimi soprattutto nel mondo del marketing; solo una conoscenza approfondita di questi social permette di trarne reali benefici.

Social Media: come scegliere quello più adatto

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *